Associazione Italiana
Allenatori

Sezione Firenze

News

grande-successo-del-70-premio-aiac-coverciano

GRANDE SUCCESSO DEL 7° PREMIO AIAC COVERCIANO

17 Giugno 2018

grande partecipazione e ottima riuscita del 7° Premio AIAC COVERCIANO svoltosi venerdì 15 giugno presso la Villa Poggioreale alla Rufina nell'ambito del 1° "Memorial Fabio Bresci".
Nella serata è stato ricordato il Presidente Fabio Bresci con un breve ma toccante commento dell'amico Vasco Brogi che ha premiato  i figli Alessia e Marco. Tutta la sala ha riservato un lungo applauso alla figura dello scomparso Presidente.
A seguire sono iniziate le premiazioni di tutte le categorie giovanili e dilettantistiche, oltre a premi al fair play, al sociale e alla carriera, come di seguito dettagliato.
La serata, la cui organizzazione ha richiesto un grande impegno da parte di tutto il Consiglio Provinciale AIAC e del suo Presidente Cesare Calamai,  ha riscosso unanimi consensi da parte dei partecipanti, che hanno gradito sia la location che la gestione  della serata, condotta con grande maestria da Dario Baldi.
Un grosso ringraziamento al Comune della Rufina per la grande ospitalità che ci ha concesso, all'associazione Calcio Rufina, alla Misericordia della Rufina, agli sponsor della serata PROBIOS, il cui Presidente Fernando Favilli ha presenziato e  premiato una sorpresa Luciana Pedio Saturni e alla ditta Fan - Cor il cui titolare Roberto Falagiani segue sempre con molta attenzione e disponibilità gli eventi AIAC, a tutti i partecipanti e a tutto il Consiglio AIAC.
Appuntamento alla prossima edizione.

SCALETTA DELLA SERATA, presentata da Dario Baldi di Tele Iride.

7° PREMIO AIAC “COVERCIANO”

Elenco dei premiati

FEMMINILE:
LUCIANA PEDIO SATURNI Responsabile Calcio Femminile C.R. Toscana

GIOVANISSIMI REGIONALI:
Lorenzo Rosadini (Sestese):
Mister Rosadini, grazie alla forza del gruppo e alle qualità dei suoi ragazzi e grazie al suo credo LAVORO LAVORO e ancora LAVORO sul campo e fuori … senza trascurare mai nessun dettaglio
E con un pensiero fisso 24 ore su 24,……. la sua squadra.
Vince il titolo Regionale battendo ogni record mai raggiunto nella categoria Giovanissimi elite :
-maggior numero di punti fatti
-maggior numero di gol segnati
-miglior differenza reti
-nessuna sconfitta
E si qualifica per le final six nazionali per lo scudetto di categoria.
Mr.Rosadini si sta affermando come uno degli allenatori più qualificati e preparati del settore giovanile toscano. Complimenti….

GIOVANISSIMI PROVINCIALI:
Stefano Biotti (Montespertoli):
PAROLE DEL MISTER:
Appartenenza,consapevolezza, fiducia, le tre parole che non sono mai mancate ad ogni nostra seduta, perché al di là delle classifiche, il settore giovanile è e dev'essere un percorso per acquisire competenze.
Quest'anno il lavoro ci ha velocemente ripagato e probabilmente la fortuna ci ha sorriso, ma sappiamo anche che i risultati non nascono per un caso, sono invece frutto di una sinergia di più elementi.
Programmazione, ambiente di lavoro,società che ti appoggia e ti sostiene, staff di collaboratori,  sono stati la  base di questo successo.
Mister Mori Francesco e il professor Cesare Gadenz , sono le due figure che  insieme a me hanno permesso al  gruppo di fare questo passettino in avanti, a loro vanno i miei ringraziamenti. 

ALLIEVI REGIONALI:
Claudio Davitti (Scandicci):
Dopo aver vinto in rincorsa il campionato allievi b regionale 2016.2017 si conferma con gli allievi regionali elite 2001 con un granitico e magnifico gruppo ..dominando fin dall’inizio il campionato, numeri abissali 30 partite 22 vittorie 8 pareggi 0 sconfitte. Squadra di allievi che gioca e pensa come una prima squadra, tatticamente preparati aggressivi e determinati. Adesso è in lotta per il trinangolare d’accesso alle final six. 
Allenatore, meticoloso, preparato su ogni nozione che concerne il lavoro di allenamento e programmazione alla partita e gestione del gruppo.

ALLIEVI PROVINCIALI:
Massimo Tesconi (Pontassieve):
dopo aver iniziato la carriera di allenatore a Pontassieve ed aver poi essere stato 3 anni alla Sales e ben 10 all’Olimpia ed aver fatto tutte le categorie giovanili con ottimi risultati, è tornato quest’anno con molto piacere a Pontassieve con l’obiettivo di far crescere la società, riuscendo a vincere subito un campionato competitivo come quello degli Allievi B.
Commento del mister: “Grande soddisfazione per il risultato raggiunto al primo anno ”.

PREMIO ALLA CARRIERA: 
Cesare Calamai  e Roberto Tellini 

JUNIORES REGIONALI:
Andrea Pratesi (Lastrigiana):
Da sempre allenatore top nelle categorie allievi regionali elite, da alcuni anni si è insediato negli juniores regionali elite con la lastrigiana dove sta creando ogni anno giocatori per la prima squadra e sopratutto vince campionati. Dominato il campionato regionale vincendolo con ampio margine e senza discussioni, si sta giocando le gare per le finali nazionali.

JUNIORES PROVINCIALI:
Pierluigi Marzi (Sales):
stagione ampiamente positiva... anche se non è arrivata la vittoria del campionato, la squadra di mr. Marzi è stata l'unica squadra a tener testa alla capolista fino alla fine, risultando il miglior attacco del campionato e la squadra che ha perso meno partite.
Ottima stagione….

PREMIO SCUOLA CALCIO:
Marco Pratesi (San Michele C.V.)
Occorre leggere brevemente il curriculum di Pratesi, in quanto il suo lavoro non porta a successi immediati, ma consente di vedere i frutti negli anni successivi con la crescita dei ragazzi.
Pratesi inizia l’attività da allenatore dalla stagione 1986-87 alla stagione 1989-90 presso la società AC Colonnata (Sesto F.no), gestendo varie categorie giovanili.
A settembre del 1990 viene chiamato dalla S.Michele C.V. a lavorare nella Scuola Calcio iniziando con un gruppo di Esordienti. Fino all'annata 2007-2008 rimane nella Scuola Calcio della S.Michele C.V. alternandosi nella gestione di gruppi Pulcini ed Esordienti, per poi passare nei 3 anni seguenti (2008-2011) alla gestione del gruppo Giovanissimi B girone di merito, arrivando nel 2009 e nel 2011 alla finale di Coppa Cerbai, persa entrambi gli anni ai calci di rigore.
Dal 2011 ad oggi è rientrato nella Scuola Calcio della stessa società, occupandosi prevalentemente del gruppo Esordienti 1° o 2° anno. Tantissimi i ragazzi formati e plasmati da Marco.
Marco rappresenta un’istituzione per la San Michele C.V. e un istruttore dalle grandissime capacità tecniche e umane. 

FAIR PLAY:
David Tamburini (Giovani Fucecchio): 
allenatore che nel corso di una partita ha salvato la vita ad un giocatore della squadra avversaria che rischiava il soffocamento, con un pronto intervento sul campo.

PREMIO AL SOCIALE:
Associazione Sport Insieme San Casciano

Il progetto Sport Insieme è un progetto nato ad Aprile 2017 e che vede il coinvolgimento del Comune di San Casciano VP, dell’Associazione Per Crescere Insieme (associazione che da anni coordina le attività ricreative per ragazzi diversamente abili sul territorio di San Casciano) e le tre società calcistiche dilettantistiche del Comune di San Casciano (Sancascianese, Cerbaia e Mercatale).
La squadra viene costituita da Duccio Becattini (Consigliere Comunale del comune di San Casciano VP), Filippo Bianchi (ex campione italiano di nuoto paralimpico), Sabrina Mangani (responsabile dell’Associazione Per Crescere Insieme) e Laura Dainelli (educatrice professionale del Comune di San Casciano VP).
Duccio e Filippo, grandi amici fin dai tempi dell’asilo, decidono di coinvolgere nel loro progetto i loro amici d’infanzia, tutti classe 1994, che con loro condividono la passione per il calcio.
L’idea è quella di costituire una squadra di calcio integrato: un vero e proprio nuovo modo di vedere il calcio, dove disabili e normo dotati giocano assieme all’interno dello stesso terreno di gioco, ognuno sfruttando al massimo le proprie potenzialità.
La squadra è guidata sul campo da Duccio Becattini (allenatore) e Filippo Bianchi (vice allenatore nonché giocatore), col supporto esterno sulla gestione dei ragazzi di Sabrina Mangani e Gianna Moretti (educatrice dell’Associazione Per Crescere Insieme).
Il risultato è sorprendente: i ragazzi riescono a formare un vero e proprio gruppo di amici, prima ancora che di giocatori, senza alcuna distinzione ed abbattendo ogni barriera.
Dall’incontro dei due allenatori con altre realtà simili sul territorio (Andrea Mori per Il Ritrovo, Gino Fantechi per Isolotto e Gregorio Fulciniti per Felicittá Doccia), lo scorso marzo si è riusciti a costituire un mini campionato a quattro squadre, di sole tre partite e che si è concluso appena una settimana fa.
Dare un obiettivo comune alla squadra è stato fondamentale per compattare ulteriormente il gruppo e tutti i ragazzi, che hanno imparato così a condividere gioie e dolori, proprio come una vera squadra.
Sport Insieme San Casciano è riuscito a vincere tutte e tre le gare del campionato ed a laurearsi campione. 
La vittoria però è stata una vittoria di tutte le squadre partecipanti: a loro vanno i meriti di aver lanciato un nuovo modo di vedere il calcio ed averci ricordato che davanti ad un pallone proviamo tutti quanti le stesse emozioni. 

COPPA TOSCANA:
Claudio Michelacci (Chianti Nord):
La stagione 2017/18 doveva essere per il Chianti Nord quella della raccolta, dopo aver seminato tanto nelle scorse annate, venivamo da un secondo posto in campionato e una sconfitta ai play off. La stagione si è conclusa al 3 posto in campionato con la miglior difesa, e la vittoria della coppa Toscana. La coppa è stata una vera cavalcata di emozioni: superato il girone con i due derby vinti con San Polo e Belmonte poi tutte partite contro squadre attrezzatissime ,3 delle quali vincitrici dei propri campionati Poggio a Caiano, la Briglia, prato 2000,Cerbaia, fino ad arrivare alla finale contro il Montagnano alle 2 strade in una cornice magica, con 700 spettatori. Non tutto però è stato bello, la moglie del nostro preparatore dei portieri dopo una breve e brutta malattia ci ha lasciato e da allora ogni sforzo è stato per cercare di regalare a Gabriele un sorriso. Ringrazio come è di  dovere tutti i dirigenti e giocatori del Chianti Nord. Un  pensiero a tutti i colleghi che come me si sono impegnati per far  crescere le proprie squadre sia da un punto di vista tecnico tattico che organizzativo. 

TERZA CATEGORIA:
Stefano Rossi (D.L.F.): 
Annata stupenda, arrivati secondi dietro la capolista, ma con ben 13 punti di distacco dalla terza classificata, cosa che ha consentito alla società di accedere direttamente alla seconda categoria senza passare dai play off; dopo un inizio stentato, la squadra ha preso il passo giusto, macinando punti e acquistando consapevolezza. Grandissimo girone di ritorno con undici vittorie.
In finale anche nella coppa Fringuelli, persa purtroppo ai supplementari.
Il mister ringrazia tutta la squadra e il DS Giacomo Bosco che gli ha permesso di allenare a al secondo ed amico Fabio Terralavoro con cui ha condiviso ogni scelta. 

SECONDA CATEGORIA:
Leonardo Torrini (Olimpia Firenze):
Partiti non con il favore dei pronostici, fin da subito la squadra ha espresso buon calcio, dimostrando concretezza e cinicità e mettendo fin da subito tutti dietro alle spalle e rimanendo inaspettatamente in testa fino alla fine. E’ stata un’annata fantastica e mister Torrini ha fatto un vero capolavoro con un gruppo di ragazzi fantastici.
Parole del mister: fin da agosto ho subito creduto nel potenziale della squadra, e durante la stagione mi sono sempre più convinto che avremmo potuto arrivare fino in fondo grazie al gruppo di ragazzi dalle ottime doti tecniche ma soprattutto un gruppo molto unito sia dentro che fuori dal campo. Stagione esaltante!!!

PREMIO ALLA MEMORIA: FABIO BRESCI
Commemorato e ricordato dall'amico Vasco Brogi, con un intervento molto toccante..

PRIMA CATEGORIA:
Francesco Perini (Atletico Impruneta):
dopo aver concluso la carriera di calciatore dilettante con 245 reti all’attivo, nel 2015 viene chiamato dall’Atletico Impruneta per compiere un miracolo sportivo, ovvero salvare la squadra che dopo 12 partite aveva 7 punti in classifica. Ci riesce e viene confermato nell’anno successivo, confermandosi ottimo allenatore. Nel campionato corrente conferma l’ulteriore crescita personale e della squadra, e proiettano Francesco nell’elite degli allenatori emergenti. 

PROMOZIONE:
Marco Giovannetti (Luco): 
Mister Giovannetti ha iniziato la stagione alla guida degli juniores regionali per essere chiamato poi a gennaio, a prendere la prima squadra e cercare di fare un "miracolo calcistico" salvando al primo anno di promozione! La situazione era abbastanza complicata peraltro con una squadra molto giovane e anche moralmente non al massimo. Dopo alcune partite di assestamento la squadra ha iniziato ad esprimere buon calcio riuscendo a fare risultati e a raggiungere lo spareggio che il mister e la sua squadra sono riusciti a vincere con merito, centrando un obiettivo che sembrava proibitivo.